Ultimissime

Esclusiva calcio: Gambuzza si racconta tra passato, presente e futuro

Dal percorso in campionato del Gela Calcio, tra le protagoniste del girone I di Serie D, al Marsala 1912, compagine in cui ha militato la passata stagione, sfiorando l’ipotesi, ancora lontana, di poter ritornare in futuro a vestire la maglia lilibetana. Sono queste le tematiche su cui si è incentrata l’intervista all’esperto difensore centrale del Gela, Raffaele Gambuzza.

“Ho voluto fortemente la piazza di Gela. Qui c’è una mentalità forte e radicata del fare calcio. Ero stato chiamato dal presidente in estate – racconta Gambuzza, poi, viste le problematiche legate alla mancata sistemazione dello stadio da parte del Comune, la squadra è stata smantellata, per cui ero andato a Lentini al fine di far parte della rosa della Sicula Leonzio, poi sono stato richiamato dal Gela e sono ritornato con grande piacere”. E’ quanto dichiarato dal difensore ai microfoni di Golfoweb.it.

“L’organico è stato allestito per far divertire il pubblico – aggiunge -. La nostra forza è il gruppo. Siamo una grande famiglia e, persino i giovani arrivati nel mercato di dicembre, vedi Candiano, si sono messi a disposizione sposando la causa. Qua ci sono uomini prima che calciatori. A volte i grandi nomi non servono a molto. Stiamo – prosegue – effettuando un percorso di tutto rispetto, siamo a dieci punti dalla vetta avendo giocato due partite in meno. Dunque in corsa per poter aspirare a cose importanti. Ovviamente cercheremo di stare con i piedi per terra e di essere sempre umili”.

Poi il “ Re Leone”, come era stato soprannominato dai tifosi lilibetani, si sofferma sul Marsala, parlando dello scorso campionato, che ha portato la formazione azzurra a retrocedere dalla D, e dell’attuale dirigenza con a capo Luigi Vinci. “Mi è spiaciuto per la retrocessione. Marsala merita ben altre categorie – dichiara Gambuzza – , per la piazza importante che è e per i propri tifosi, calorosi e perbene. La passata stagione da dicembre in poi non si è capito più nulla a causa della gestione societaria, la squadra era pure stata smantellata. Io avevo deciso di rimanere perché quando sposo un progetto lo porto avanti fino in fondo, nel bene o nel male. Ho dato il massimo sperando che la società potesse mantenere la categoria, ma purtroppo non ci siamo riusciti”.

Poi una battuta sulla nuova dirigenza capeggiata dall’imprenditore Luigi Vinci: “Spero possa tornare utile alla causa azzurra e salvare questa importante società. Futuro ritornando a vestire la maglia del Marsala? Chi lo sa, per il momento però penso al mio presente: al Gela! A far bene in questa piazza”.

Celeste Caradonna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: