Ultimissime

L’intervista a Giuseppe Cerro, allenatore di calcio e match analyst

Torna l’appuntamento con la rubrica Aperitivo Con…, le nostre interviste a 360 gradi. Oggi, per il ventiquattresimo numero della nostra terza edizione, vi vogliamo far conoscere meglio Giuseppe Cerro, allenatore di calcio e match analyst, figlio di uno dei personaggi che ha segnato profondamente la storia del calcio siciliano, Tonino Cerro.

Come è nata la passione per il calcio in Giuseppe Cerro e quanto ha influito la figura di tuo padre nella tua formazione umana e professionale?

“Da piccolo avevo due passioni sportive. Una era il calcio e l’altra il basket, ma a dodici anni scelsi di fare calcio, ma dissi a mio padre che volevo fare l’allenatore e non il giocatore. Mio padre andò su tutte le furie perché sapeva quanto era difficile e inizialmente non ha appoggiato la mia scelta. Una volta intrapresa la strada ovviamente mi ha appoggiato e mi ha spinto sempre a migliorarmi”.

Di cosa ti occupi e di cosa ti sei occupato esattamente in questi anni?

“In dodici anni mi sono occupato sia di settore giovanile che di prima squadra, lavorando sia come allenatore che come match analyst”.

Come è nata l’idea di realizzare l’ebook “Didattica degli schemi di Gioco” e cosa vuoi trasmettere con questo lavoro?

16807795_10212276579380224_659649347983821722_n“Negli ultimi anni ho scritto molti articoli, sia per riviste specializzate, sia per siti sportivi. Poco tempo fa, dopo aver scritto un articolo per allenaremania.com, Emilio Buccheri mi ha spinto a scrivere questo ebook. Dopo averci pensato su facendomi tante domande, prima su tutte: ma chi sono io per scrivere un ebook?, ho deciso di buttarmi e farlo, non per il guadagno ma per mettere nero su bianco su quello che penso del calcio giovanile. In questo ebook esprimo un concetto semplice: come faccio a spiegare un sistema di gioco ad un ragazzo che non ha basi tecnico-tattiche individuali? Allora ho deciso di evidenziare qual’è, secondo me, il giusto percorso che un calciatore deve seguire prima di arrivare in prima squadra”.

Hai dei progetti per il futuro e dei sogni nel cassetto?

“Il mio sogno è fare calcio a tempo pieno, ossia trasformare quello che per me è un hobby in un vero e proprio lavoro. I progetti ci sono. Al momento è guidare i Giovanissimi Sperimentali della Panormus anche il prossimo anno quando saranno Regionali. A lungo termine, invece, posso dire che ci sono stati contatti per una esperienza estera ma ancora siamo in fase embrionale”.

In ambito nazionale hai dei personaggi di riferimento, che apprezzi maggiormente, legati al mondo del calcio?

“Ci sono tanti personaggi che ammiro sia nel settore giovanile che vicini alle prime squadre. Ammiro tantissimo un mio caro amico Stefano Di Benedetto, allenatore gruppo Giovanissimi Regionali del Palermo. Per il resto ammiro molto chi ha una sua idea e non chi fa copia e incolla”.

Se dovessi definire il calcio con tre aggettivi cosa diresti?

“Entusiasmante, imprevedibile, unico…”.

Secondo te in Sicilia come si lavora nel settore giovanile?

“Si lavora male, ma non è un problema siciliano ma nazionale. All’interno di una società, molto spesso, ci sono tante piccole società perché ogni allenatore lavora per sé stesso: per apparire e per vincere. Pochissime sono le società dove si fa lavoro di equipe e si usa una metodologia comune. Questa è una delle cause dell’abbandono dello sport in età giovanile. Finché noi allenatori non capiremo che i protagonisti sono i ragazzi e non noi, avremo sempre giocatori con tappe mancate e quindi incapaci di sostenere una carriera in questo sport”.

Salvo Ferrara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: