Ultimissime

Custonaci: Regina Pacis – Faro di Pace nel Mediterraneo, dal 14 al 17 settembre una serie di eventi sul tema “Natura, grande dono del creato”

Dopo i Festeggiamenti in onore della Madonna di Custonaci, è l’evento culturale e religioso più atteso dell’anno.  Prende il via a Custonaci dal 14 al 17 settembre Regina Pacis – Faro di Pace nel Mediterraneo, organizzato dal Comune di Custonaci.

Quest’anno l’evento è improntato sul tema del grande dono del creato, della natura. Un invito a guardare al creato con occhi diversi, con quello sguardo che viene suggerito dalla Madonna, che aiuta a compiere anche un cambiamento mentale e culturale. L’uomo ha dimenticato la responsabilità verso il creato e il rispetto al ritmo della terra.  Una settimana di eventi collaterali, tra talk show, concerti, momenti religiosi, degustazioni nel centro storico di Custonaci e al Parco Cerriolo.

Si inizia giovedì 14 settembre alle ore 21.30, nel centro storico di Custonaci con la Prof.ssa Livia La Franca e il suo libro “I sogni e la risacca”. Una raccolta di poesie che qui diventano sogni ad occhi aperti. Ogni poesia è un filo d’Arianna che conduce dritto all’anima, paragonabile ad uno sguardo, ad un gesto, ad un momento di commozione. Insieme all’autrice interverrà la Prof.ssa Maria Macrì.

Venerdì 15 settembre il momento centrale della manifestazione. Alle ore 18.30, nello scenario del Parco Cerriolo dove si erge la statua marmorea della Regina Pacis, un mix di devozione e arte con la svelatura di un’altra stazione marmorea della Via Crucis realizzata dallo scultore Giuseppe Cortese. Nel Parco Cerriolo si vive infatti un’importante esperienza di fede, una vera e propria Via Crucis con opere in marmo, un percorso che si compone di “stazioni”, ovvero tappe che ripercorrono il doloroso cammino di Gesù Cristo che culmina con la crocifissione sul Golgota. La svelatura sarà accompagnata dal “Concerto Lirico al tramonto” della Corale Parrocchiale “Et Ero Custos”.

La serata continuerà alle ore 21.30 nel centro storico di Custonaci con la presentazione del libro “I Campanari – Grandi rocce artificialmente forate e astronomicamente orientate nel territorio a sud di Monte Iato” di Ferdinando Maurici, Alberto Scuderi e Vito Francesco Polcaro. Saranno presenti gli autori Ferdinando Maurici, Alberto Scuderi. Interverranno Fabrizio Fonte, giornalista e presidente del Centro Studi Dino Grammatico, Giuseppe Bica, sindaco di Custonaci.

Un libro attraverso il quale gli autori scrivono probabilmente una pagina inedita di preistoria siciliana. Un testo che si avvale della prefazione di Giulio Magli, docente di Archeoastronomia al Politecnico di Milano. “Gli autori – si legge nell’introduzione – hanno esaurientemente documentato un interessante esempio di meccanismi del sacro nel territorio a sud di Monte Iato. La zona è incentrata nel preminente picco del Pizzo Pietralunga, e vi esisteva un esteso insediamento che facevo uso di due rocce naturali, ma artificialmente forate, come indicatori calendariali e come efficaci segni nella fondazione del territorio”. In tutta l’area, infatti, sono stati trovati reperti archeologici che testimoniano le frequentazioni a scopo rituale. Ed entrambe le pietre forate vengono indicate nella zona come “campanili”.  E la ricerca sui calendari solari è solo agli inizi, ma sta già fornendo altre presunte conferme: la roccia forata di “cozzo olivo” a Gela ed un monolite “zoomorfo” di Custonaci.

Dall’archeoastronomia si passerà alle note del concerto di Andrea Alberti, al pianoforte. Il pianista e compositore Andrea Alberti è considerato dalla critica un musicista molto raffinato ed originale e il suo pianismo di chiara matrice jazz, si fonde con le atmosfere solari e le melodie della cultura mediterranea. Il concerto è previsto alle ore 22.30 nel centro storico di Custonaci.

Sabato 16 settembre, alle ore 21.30 sempre nel centro storico di Custonaci sarà la volta del talk show sul libro “L’uomo delle scarpe rosse” di Nicola Coccellato. Un libro giallo/noir che tocca argomenti di scottante attualità, ambientato tra la Roma degli anni ‘90 e la Trapani di oggi, con numerosi riferimenti ai luoghi della città e della provincia, tra cui il territorio di Custonaci. Roma, 1998: Marco, un ragazzo deluso dalla sua generazione, incontra l’amore della sua vita ma ciò lo porterà a vivere un’esperienza traumatica, nel tentativo di difendere l’amata dalle violenze di un altro uomo. Trapani, 2016: Alicia, un’affascinante ispettrice di polizia, indaga su degli omicidi apparentemente di facile risoluzione e inaspettatamente, in una ventosa mattinata, incontra un uomo che le stravolgerà la vita, e, messa davanti ad un bivio, dovrà fare una scelta difficile.

Dopo la presentazione del libro, alle ore 22.30 seguirà il Concerto “In Verbo et in Musica Pro-Maria” con l’ Elimo Ensemble composto da Leonardo Cassarà al clarinetto e al sax, Antonino Pianelli al contrabbasso, Felice Cavazza alla batteria, Vincenzo Caruso al  violino, Vincenzo Toscano  al violoncello.

Le degustazioni con Odori e Sapori di Sicilia – La dieta Mediterranea – Tutti i giorni, dalle ore 18.00 alle 24.00, nel centro storico di Custonaci, sarà aperto anche un Villaggio Gastronomico sulla Dieta Mediterranea, con degustazione di busiate (al sugo di pecora, al ragù, al pesto alla trapanese), cous-cous, pizze fritte, cassatelle di tutti i gusti, “spincie”, cannoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: