Ultimissime

Rotary Club Alcamo, proseguono le attività. La diffusione della Cultura è “servizio” alla comunità

Il Rotary Club di Alcamo, prosegue la sua programmazione e nell’ottica della promozione di attività culturali e della Cultura stessa, intesa come “servizio”, farà conoscere ai soci una piece teatrale che ha riscosso favorevoli consensi. Il 4 Ottobre al  teatro Biondo di Palermo, ore 21 “LINGUA DI CANE”,  testi di Sabrina Petyx, con la regia dell’alcamese Giuseppe Cutino. Il Club, che cerca la modalità del “servizio” nei confronti della comunità, si avvicina anche quelle realtà culturali pregne di significato che contribuiscono alla crescita individuale e nella scelta della rappresentazione teatrale, mostra, inoltre, vicinanza ad un alcamese come Cutino che si è distinto nel campo con successo.


“Lingua di cane è la lingua di chi non ha voce per parlare, di chi ansima, di chi elemosina un pezzo di pane, di chi non merita rispetto, di chi non ha diritto a una vita e a una morte da uomo, come se uomo non lo fosse mai stato.

Lingua di cane è, in realtà, un pesce di mare della famiglia Pleuronectidae, una sogliola, che vive adagiata sui fondali sabbiosi, piatta come una lingua di cane che sta lì, invisibile, con le sue braccia aperte, come uno di quei tanti morti che, in quello stesso fondale, invisibili lo sono sempre stati e che, forse, sono nati per essere invisibili, per attraversare una vita come si attraversa un deserto, senza speranze, senza possibilità. Di questi viaggi senza un approdo, di questi desideri, di queste speranze, che non sono diverse da quelle di ciascuno di noi, vogliamo parlare. Noi, che questi viaggi e queste morti le abbiamo conosciute, provate, che le abbiamo incise nel nostro albero genealogico, che abbiamo una storia fatta di croci da onorare, in Belgio, in America, in Australia, in Africa e persino in Italia. Lingua di cane attraversa, sogni, storie, paure, amicizie, inimicizie, addii, tradimenti e speranze, dando voce a storie semplici e pensieri che non è difficile pensare me doloroso ammettere, perché non sempre la verità è scontata, non sempre la verità è una sola e semplice da raccontare, perché non sempre la verità c’è e a volte è così brutta da non volerla guardare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: